Pubblicazioni

Le pubblicazioni possono essere richieste inviando una mail a cultura@com-torviscosa.regione.fvg.it

La Russia ai tempi di Stalin nelle fotografie di Emmanuil Evzerichin, a cura di Valerij Stigneev. Comune di Torviscosa, 2015 (83 pp. Volume in italiano, russo, inglese, tedesco)

Catalogo della mostra. Torviscosa, 18 aprile – 4 ottobre 2015
Riproduzione delle 72 fotografie in mostra. Introduzione di Valerij Stigneev
Arkady Shaikhet. Un maestro della fotografia russa degli anni Venti e Trenta, a cura di Valerij Stigneev. Spilimbergo, Centro di Ricerca e Archiviazione della Fotografia, 2014 (80 pp.)

Catalogo della mostra. Torviscosa, 8 marzo – 30 ottobre 2014
Riproduzione delle 72 fotografie in mostra. Introduzione di Valerij Stigneev
PG 107 – Villaggio Roma. Dal campo di concentramento per prigionieri di guerra di Torviscosa al villaggio operaio della SAICI-SNIA Viscosa, a cura di Lorena Zuccolo, Mareno Settimo. Torviscosa, Circolo Ricreativo e Culturale Tal Campo, 2014 (95 pp.)

La pubblicazione ricostruisce la storia del Villaggio Roma attraverso i documenti conservati nell’archivio storico comunale. Il Villaggio Roma, oggi piccolissima località di Torviscosa, è nato come campo di concentramento per prigionieri di guerra (campo PG 107) durante l’ultimo conflitto. Qui sono stati tenuti prigionieri circa un migliaio di soldati degli eserciti alleati, soprattutto neozelandesi e sudafricani, che vennero impiegati nelle attività agricole della SNIA Viscosa. Dopo l’8 settembre 1943, nell’ex campo di concentramento furono ospitate numerose famiglie di sfollati e a poco a poco il il campo si trasformò in villaggio operaio.

La battaglia del grano. Autarchia, bonifiche, città nuove, a cura di Roberta Sciarretta. Latina, Novecento, 2014 (295 pp.)

Catalogo della mostra. Torviscosa, 1° marzo – 30 ottobre 2014
Riproduzione dei materiali in mostra (manifesti, fotografie, mappe storiche, opere d’arte) e saggi critici

Indice

AUTARCHIA
Giuseppe Parlato: L’Italia tra battaglia del grano e bonifica integrale
Roberto Maiocchi: Il problema della cellulosa negli anni del fascismo
Mareno Settimo: Mito autarchico e strategie imprenditoriali. L’esperienza agricola, industriale e urbanistica della SNIA a Torviscosa dal 1938 al 1941
Chiara Barbato: «Si lavora oggi, non si parla». Arte pubblicitaria e strategie di propaganda nel Ventennio fascista
Claudio Paradiso: «All’ara, all’ara». La battaglia del grano in musica

BONIFICHE
Massimiliano Vittori: «Latifundia italiam perdidere». Storia e legislazione delle bonifiche in Italia
Matteo Di Marco: Principali interventi di bonifica nell’italia del ventennio
Sergio Zilli: La bonifica della bassa e la trasformazione del territorio nel Friuli. Occasione di scontro tra diversi interessi economici e politici
Marco Zaganella: L’assalto al latifondo siciliano
Carlotta Antonelli: Le realizzazioni sanitarie del regime fascista
Alberto Sulpizi: Colonie e sanatori per la cura della tubercolosi ad Anzio e Nettuno

CITTÀ NUOVE
Claudio Marsilio: «Si fondano le città si redime la terra»
Chiara Barbato, Roberta Sciarretta, Massimiliano Vittori: Città nuove, borghi e villaggi operai edificati nel Ventennio fascista
Daniele Lembo: Villaggi di fondazione in libia
Paolo Camaiora: Nel mondo di Igea: le colonie marine e montane
Rino Caputo: Le città di fondazione come «impresa immane»
Roberta Sciarretta: Cronache del tempo: percorsi mitici e fondazione di città

Città di fondazione italiane 1928 1942, a cura di Giorgio Pellegrini. Latina, Novecento, 2011 (343 pp.)

Catalogo della mostra. Latina, Cagliari, Caltagirone, New York, Pecis, Torviscosa, Tresigallo, Predappio, 2006 – 2011
Riproduzione delle fotografie in mostra e saggi critici

Indice

Giorgio Pellegrini: Con occhi nuovi
Giuseppe Parlato: Bonifica e consenso
Giordano Bruno Guerri: Nuove città per gli italiani nuovi
Giano Accame: L’economia delle bonifiche
Rino Caputo: I miti della fondazione
Elisabetta Oppo: Il cinema nel Ventennio
Aldo Ricci: L’Opera Nazionale Combattenti
Massimiliano Vittori: I borghi dell’Agro pontino
Giovanni Murru: Le bonifiche in Sardegna
Claudio Galeazzi: La malaria
Chiara Barbato: La capitanata
Salvatore Venezia: Mussolinia di Sicilia
Marcello De Angelis: Bonifica e latifondo
Fabrizio Forte: Villaggi operai, borghi rurali, frazioni
Matteo Di Marco: Architetti e ingegneri

Il Poema di Torre Viscosa & Poema chimico della luce tessuta di Filippo Tommaso Marinetti. Ristampa anastatica con prefazione critica di Carmelo Calò Carducci. Latina, Novecento, 2011

“Il Poema di Torre Viscosa” di F.T. Marinetti fu commissionato al poeta dal presidente della SNIA Viscosa Franco Marinotti nel 1938, in occasione dell’inaugurazione dello stabilimento industriale di Torviscosa, che all’epoca si chiamava ancora Torre di Zuino. Il titolo del poema è un’anticipazione di quello che diventerà, due anni più tardi, il nome del paese e del nuovo Comune. Fu pubblicato la prima volta preceduto da una prefazione intitolata “La poesia dei tecnicismi. Manifesto futurista”. Entrambe le parti furono ripubblicate, con titoli diversi, nel 1940, in una raccolta intitolata “Il poema non umano dei tecnicismi” che includeva altri otto componimenti di Marinetti per altrettante imprese e attività della SNIA Viscosa. Questa pubblicazione ripropone l’edizione del 1938, a cui è aggiunto alla fine il “Poema chimico della luce tessuta” pubblicato nel 1935 nella rivista della SNIA Viscosa “I nuovi tessili”.

Torviscosa la città della cellulosa [ristampa anastatica dell’edizione 1941 a cura dell’Ufficio propaganda della SNIA Viscosa]. Comune di Torviscosa, 2008 (121 pp.)

La pubblicazione descrive in sintesi i motivi, i procedimenti e i risultati della ricerca e dell’impresa industriale della SNIA Viscosa per la produzione di cellulosa a partire dalla canna gentile. È arricchita da fotografie dell’epoca e disegni degli impianti e del ciclo produttivo.

Torviscosa. SAICI SNIA Viscosa, cura dell’Ufficio propaganda della SNIA Viscosa. Milano, PAN, 1967 (76 pp. Versione in italiano e versione in inglese)

Pubblicazione di autopresentazione della SNIA Viscosa, rivolta anche all’estero, che descrive la situazione dell’azienda negli anni ’60 comprese le attività e gli stabilimenti a livello internazionale.